Rivista numero 2 2018

Anno 2018 – RIVISTA NUMERO 2

Il Numero 2-2018 della rivista.

  Anno 2018 - Rivista n. 2

Rivista numero 2 2018

MICHEL PRIEUR – Il ruolo del paesaggio nella realizzazione dei diritti dell’uomo

L’affermazione, da parte di poeti e filosofi nel XVIII e XIX secolo, di un diritto al paesaggio ha di fatto precorso l’estensione, avvenuta nel contesto giuridico contemporaneo, dei diritti dell’uomo alle problematiche ambientali. La Convenzione europea del paesaggio ha consacrato il paesaggio come oggetto non soltanto di un diritto individuale ma anche, allo stesso tempo, collettivo. Il godimento del bene paesaggio, per sua natura individuale e collettivo allo stesso tempo, permette la coesistenza di culture diverse sullo stesso territorio.

  MICHEL PRIEUR - Il ruolo del paesaggio nella realizzazione dei diritti dell’uomo

Rivista numero 2 2018

MARIA GIUSEPPINA CAPPIELLO – Contratto di rendimento energetico e tutela dei terzi

Il contratto di rendimento energetico, sullo sfondo più ampio del contratto a rilevanza ambientale (c.d. contratto ecologico)1, presenta delle peculiarità sul piano causale che inducono al ripensamento di alcuni concetti tradizionali del diritto civile e della stessa categoria del contratto. L’obiettivo della ricerca è di analizzare la causa in concreto di tale fattispecie, al fine di individuare il fondamento dogmatico che giustifichi una tutela – anche – contrattuale in capo a soggetti terzi rispetto al contratto, ma, come vedremo, non estranei all’interesse (ambientale) che il negozio stesso tende a perseguire.

  MARIA GIUSEPPINA CAPPIELLO - Contratto di rendimento energetico e tutela dei terzi

Rivista numero 2 2018

ALICE DE NUCCIO – Misure giuridiche per il contrasto dello spopolamento rurale nell’esperienza italiana: riflessioni su alcuni recenti interventi normativi

Il presente lavoro si propone di analizzare i contenuti della Legge 1 dicembre 2015, n. 194 («Disposizioni per la tutela della biodiversità di interesse agricolo e alimentare») e della Legge 6 ottobre 2017, n. 158 («Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici dei medesimi comuni»), con l’obiettivo di focalizzare, al loro interno, gli interventi che possono concorrere all’emersione di un sistema di misure giuridiche tese a contrastare lo spopolamento rurale.

  ALICE DE NUCCIO - Misure giuridiche per il contrasto dello spopolamento rurale nell’esperienza italiana: riflessioni su alcuni recenti interventi normativi

Rivista numero 2 2018

PIETRO UNGARI – La disciplina sulle Aree di rilevante interesse nazionale. L’applicazione al sito di Bagnoli-Coroglio

Il D.Lgs. n. 152/2006 (c.d. “Testo Unico Ambientale”, nel prosieguo “T.U.A.”) prevede varie forme sanzionatorie e di riparazione dei danni recati all’ambiente.
La bonifica costituisce una modalità di risarcimento in forma specifica del danno provocato all’ecosistema da attività antropiche, il cui obiettivo non è la restitutio in integrum delle matrici contaminate, ma il raggiungimento di un livello di inquinamento tale da non causare pericolo per la salute, anche in considerazione dell’uso cui verrà destinata l’area (residenziale, industriale, agricolo, ecc.).

  PIETRO UNGARI - La disciplina sulle Aree di rilevante interesse nazionale. L’applicazione al sito di Bagnoli-Coroglio

Giappichelli Editore
Master in Diritto dell'Ambiente